Il lago di Ventina

Il lago di Ventina
Il lago di Ventina, situato in provincia di Rieti nei pressi del comune di Colli sul Velino, ai confini con la provincia di Terni, è parte di quel sistema di laghi reatini, come il lago di Ripa Sottile, il lago Lungo ed il lago di Piediluco, che formavano il grande Lacus Velinus, che occupava una grande parte della piana di Rieti e che fu bonificato dal console romano Mario Curio Dentato nel 272 a. C.
 
Il lago di Ventina si trova lungo le rotte di migrazione dell'avifauna e, nei mesi invernali, è un privilegiato luogo di sosta per diverse specie di uccelli dove trovano cibo per rifocillarsi oltreché rifugio nei canneti e nella vegetazione che circonda interamente il lago. Proprio tra i canneti si può osservare ed ammirare lo straordinario nido del pendolino che costruisce la sua piccola casa  dalla caratteristica forma a sacchettino appeso ed intrecciato fra le canne.

Tra le diverse specie di uccelli, la cui presenza è stabilmente registrata nel lago, sono da segnalare la folaga, la gallinella d'acqua, l'airone cenerino ed il cormorano mentre, tra i rapaci, si possono ammirare le evoluzioni del falco di palude.

L'attività venatoria è naturalmente interdetta mentre è consentita e permessa, al rispetto di determinate regole e limitazioni, l'attività di pesca sportiva. Le acque del lago sono popolate da numerose specie di pesci come i lucci, che trovano nella vegetazione acquatica il loro habitat naturale,i persici reali, le tinche, le trote e i black bass per la gioia dei pescatori sportivi.

Nei dintorni si consigliano di visitare i numerosi Santuari Francescani della Valle Santa?, oasi di silenzio, pace e serenità che hanno ospitato in periodi diversi della sua vita san Francesco, il poverello d'Assisi.